Lettera d’amore perduta 9

 

 

     



 

Amore mio,

Per la seconda volta ho forzato il destino. Ho rubato ancora attimi felici alla vita. Ora per un poco sarò pago, come è pago un mendicante sazio. Poiché anche io sono un mendicante: un mendicante di amore. Ma quanti sforzi ho dovuto compiere per far sì che tu cedessi ancora una volta, una volta sola?
Avrò sempre questa forza sovrumana per vincere i tuoi scrupoli, i tuoi pentimenti, improvvisi e violenti come i temporali di estate?
Ti ho visto piangere, ed è stato terribile, credi. Ancor oggi ne ho rimorso e pena. Vedere i tuoi begli occhi velati di lacrime e nondimeno bellissimi!
Ma dimmi anima mia, dove ci porterà tutto questo?