" Settembre poi verrÓ... ma senza sole... "
  recitava una canzone.

Mio caro,

il nostro settembre sta passando 
con tutti i colori dell' estate...
E noi ne approfittiamo rubando tutto il bello 
di queste giornate ancora meravigliose.

Qui sulla scogliera mi vien voglia di tuffarmi...
No, non preoccuparti non lo faccio!
E non perchŔ sono cauta... lo sai, 
solo perchŔ non amo l'acqua fredda!
No, non sorridere... 
ti vedo anche se son girata.

Dai, corriamo... Attento a non cadere!
Ohi, ho il fiatone... 
Ops, lasciati cadere su questo prato...
E' ancora verde e soffice, 
come un tappeto, quest'erba.
Guarda, caro... un quadrifoglio, 
esprimiamo il nostro desiderio!

Come dici... se il mio Ŕ uguale al tuo?
Beh, caro, vorrei essere dispettosa, 
ma in questo caso non posso.
Lo terr˛ per ricordo, lo terr˛ in serbo per te, 
in segno del nostro amore.


La tua primula vertiginosa.