Io e te, una giornata in campagna.

Dolce tepore in questa giornata ottobrina, e noi ci 
godiamo questo sole che sarà sempre più raro 
nell' autunno e nell' inverno che verrà.
Stamani, giorno di festa per noi: gita in campagna, 
dal contadino che inizia la grande fatica della 
vendemmia.

Felice ti sono accanto, e tu alla guida dell' auto che 
corre tra gli alberi in fila. 
Il vento dal finestrino mi scompiglia i capelli, e questi 
mi coprono il viso; io reclinata sul sedile lo lascio fare...
perchè già so quel che farai.
Le tue dita che mi scostano i capelli son carezze... 
ed io volo... ma non è la velocità dell' auto, no, sono 
i ricordi dei tuoi abbracci!

Eccoci arrivati! Che bello questo luogo, questo cortile, 
tutto dona un senso di pace, libertà e tranquillità!
Il contadino è già all'opera, ceste di uva bruna vengono
versate nella grande tinozza al centro della cantina.

Inizia il rito del "lavaggio", e della raccolta dei capelli 
delle donne che pigieranno il mosto come in una 
danza in onore di Bacco. Sono emozionata di assistere 
ad un rito antico che viene mantenuto ancora vivo. 

Il succo scorre in un rivolo sanguigno che lo sguardo 
incanta. Sono inebriata da questo odore che dalle 
narici mi assopisce i sensi.
Mi viene in mente un vecchio film, Il Profumo del Mosto 
Selvatico: che sentimenti veraci, che paesaggi, che 
colori, che tramonti di fuoco che i sensi scuote nel 
ricordo! Ed io lo sto vivendo qui con te, in questa calda 
atmosfera.

Eccoci sulla via del ritorno. Il contadino ci ha donato 
questa bottiglia di "vino nuovo", ha raccomandato di 
stare attenti all' apertura, perchè il vino ancora "mosto" 
potrebbe uscire come un vulcano in eruzione.
Ma che importa! La stapperemo stasera col dessert.

Ho un'idea per non rischiare di schizzare le pareti 
della sala da pranzo... l'apriremo nella "salle de bain"...
Una vasca d'acqua calda con sali profumati, candele 
accese, semmai alla vaniglia, e... 
spumeggiante atmosfera!

A dopo caro, dovrò scegliere il vestito migliore!


La tua piccola matta già ubriaca.