Lettera al mio amore

Mio dolcissimo.

Sono qui alla scrivania con davanti un foglio bianco.
Dovrei parlarti del mio amore, di quello che da vicino 
non riesco a dire.
Ho il cervello che pullula di pensieri ma che riescono 
a rimanere solo tali.

Amore... parola dolce con un fondo amaro quando il 
cuore non ama o si sente solo.  
Io ho te, sono fortunata, ed ho tutto ciò che potrei 
desiderare!
" Siamo insieme da pochi mesi e già ci amiamo", 
l'ultima volta mi sussurravi...
Il mio cuore ha provato una strana emozione ed ha 
zittìto il mio parlare; mi sono sentita una ragazzina alle 
prime esperienze, e non me  lo so spiegare.

Sembravo quasi spaventata... la voce mi si è strozzata 
in gola, e le gambe mi tremavano alquanto; mi sentivo 
imbarazzata a dismisura.
Ho pensato che precorrevo i tempi se anch'io ti avessi 
confessato il mio nuovo sentimento.
Ma non posso più aspettare, la verità bisogna dirla; è 
giusto che ti riveli che provo anch' io la stessa cosa.

E' necessario che tu sappia che ad ogni squillo di 
telefono; ad ogni e-mail nella posta; all' arrivo della tua 
macchina nel viale; al suono del campanello alla mia 
porta, mi batte forte il cuore come una quattordicenne, 
anche se di primavere sulle dune della vita ne son 
passate tante!
Sei il mio Amore della maturità, il mio amore definito, 
quello che spero sia l' ultimo nella vita.

Tu leggerai questa lettera prima del nostro prossimo 
incontro; quando io correrò tra le tue braccia, di cui già 
al solo pensiero avverto la forza ed il calore!
Ti stringerò forte, forte tanto da farti male pur se sono 
un' esile donna...
E ti urlerò piano il mio amore perchè nessuno possa 
sentire questa donna "impazzita"; solo il tuo orecchio 
udrà le parole ed i sensi, che all'unisono cederanno 
coi miei in un vortice che non è solo passione ma vera 
alchimia di anima, di mente e di cuore.   
Ti amo con tutta me stessa.

Dalla tua primula lentigginosa.